E’ stata la pioggia la grande protagonista della giornata di domenica nel Mondiale SBK, con le condizioni meteo che hanno impedito al ProGP Racing ed a Matteo Bertè di prendere parte alla gara, annullata dopo alcuni rinvii, insieme a gara 2 della classe SBK, per una decisione volta a salvaguardare l’incolumità dei piloti.

Non è stato dunque possibile per Matteo Bertè portare a termine il suo esordio mondiale, ma per il giovane trentino della scuderia di Omar Menghi è stata comunque l’occasione di vivere un fine settimana all’interno del contesto del WorldSBK e confrontarsi con l’èlite dei piloti della categoria, oltre che un’importante opportunità per provare la pista in vista della prossima gara del Campionato Italiano Velocità.

Bertè ha faticato un po’ a trovare il ritmo giusto nei due giorni di prove sul tracciato del Santerno, non riuscendo a completare un giro perfetto, dimostrando comunque un buon potenziale sia del pilota che della moto, che però non è stato poi messo in pratica al 100% delle possibilità, anche a causa della cancellazione della gara, che avrebbe potuto essere il momento migliore dell’intero fine settimana.

Tuttavia, l’esperienza è stata importante e, nonostante non sia riuscito come detto a trovare il giro perfetto, Matteo si è qualificato direttamente alla gara principale, senza dover passare tra la ghigliottina della Last Chance Race, con un ideal time ben più basso di quello ottenuto, a dimostrazione delle potenzialità della struttura di Omar Menghi e del diciassettenne pilota inserito nel progetto dei Talenti Azzurri FMI.

Si chiude con un po’ di amaro in bocca per la cancellazione della corsa, giusta però per salvaguardare la sicurezza, che ha impedito a Matteo di esordire nel Mondiale Supersport 300, ma con la speranza di potersi riaffacciare alla competizione mondiale in futuro, ora la concentrazione massima torna al Campionato Italiano Velocità, nel quale Bertè ed il ProGP Racing, proprio da Imola, ripartiranno con la volontà di recuperare quel gap che c’è dal primo in classifica e puntare alla vetta già dal prossimo round

Omar Menghi: “Purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di gareggiare, a causa delle condizioni meteo, e mi spiace perché eravamo pronti in qualsiasi condizione, ma la decisione è stata la migliore per la sicurezza di tutti. Mi spiace sia per il pubblico che per Matteo, che era al suo esordio assoluto nel Mondiale SBK, durante tutto il weekend non siamo mai riusciti a trovare un giro perfetto ed a metterci nelle condizioni di completarlo, motivo per cui in qualifica siamo rimasti abbastanza indietro, riuscendo comunque a rimanere nei 30 in classifica ed evitare la Last Chance Race. Peccato non aver potuto partire in gara, ma ora ci concentriamo per il CIV e puntiamo, proprio su questa pista, a confermare la nostra competitività nella categoria!”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *