Dopo la splendida notizia dell’accettazione della domanda di wild card per il terzo round del Mondiale Supersport 300 ad Imola, per il ProGP Racing è tempo di tornare nel Campionato Italiano Velocità, principale impegno di questa stagione nella Supersport 300, con Matteo Bertè, rientrante dall’infortunio al dito occorsogli nello scorso round di Misano, e Devis Bergamini, giovane pilota romagnolo alla sua prima stagione con il ProGP Racing e nella categoria in assoluto.

Nel secondo round al Mugello, la compagine di Omar Menghi conquista, dopo i primi turni di libere svolti in maniera positiva, alla ricerca del miglior setup possibile, la prima storica pole della storia del team, con Matteo Bertè che tre anni dopo il 2016 e la Premoto3, torna davanti a tutti al termine delle qualifiche.

Una pole position conquistata con un giro quasi perfetto, che il giovane trentino ha tirato fuori a metà della qualifica 2 del sabato mattina, regalando la prima storica pole al ProGP Racing, confermando l’ottimo potenziale in vista della gara del pomeriggio, con l’incognita del meteo, mentre Devis Bergamini non è riuscito a trovare il giusto posizionamento nel turno, girando spesso da solo e faticando a trovare il giro buono, chiudendo ventesimo, ma con le possibilità di risalire la china in gara.

Al via di gara 1, con l’incognita meteo che ha lasciato spazio al sole, Matteo non scatta al meglio, ma riesce comunque a essere nel gruppo di testa, compiendo una gara intelligente nonostante il dolore al dito operato di recente e non ancora del tutto guarito abbia fatto capolino dopo alcuni passaggi, con il giovane talento azzurro che nel finire della corsa ha dato il meglio di se.

Infatti, all’ultimo passaggio Matteo conduce la corsa, mettendosi in scia al primo sul rettilineo, chiudendo in seconda posizione, conquistando così il primo podio stagionale, anche se una penalità di un secondo arrivata nella tarda serata di sabato per un contatto con un altro pilota toglie a Bertè ed al ProGP Racing la gioia del podio.

Discorso simile anche per Devis Bergamini, che autore di un’ottima gara in rimonta, chiusa in undicesima posizione con un miglioramento di quasi due secondi sul tempo sul giro rispetto alle qualifiche, si vede penalizzato di due secondi per essere andato troppe volte oltre i limiti della pista, facendolo così scivolare in diciassettesima posizione, nonostante un’ottima corsa per il giovane romagnolo.

In gara 2, la pioggia in griglia di partenza scompagina le carte ed il ProGP Racing decide di provare ad azzardare, in accordo col pilota, la scelta delle gomme, con Bergamini che prova una strategia aggressiva, che purtroppo non paga, lasciando purtroppo Devis in fondo al gruppo.

Bertè invece inizia al meglio, stando subito nel gruppo davanti con un ottimo passo, ma una scivolata a metà corsa rovina la gara del giovane trentino, che si rialza e porta a casa una tredicesima posizione che vale la zona punti, lasciando il rammarico per il grande potenziale, ma la consapevolezza di un qualcosa che può succedere, soprattutto sul bagnato.

Ora, appuntamento al Mondiale SBK ad Imola, per la wild card di Matteo Bertè in Supersport 300 e poi ancora sul tracciato dedicato ad Enzo e Dino Ferrari, per il terzo round del CIV tra poco meno di due mesi.

Omar Menghi: “Sono soddisfatto del weekend in termini di lavoro e potenziale, abbiamo trovato l’assetto buono con Matteo, nonostante qualche piccola difficoltà risolta con l’utilizzo della leva del freno e dell’acceleratore a causa del dito appena operato, e questo ci ha permesso di conquistare la nostra prima pole position, una grande soddisfazione per noi. In gara ci saremmo meritati il podio, purtroppo la penalità ce l’ha tolto, ma la soddisfazione per la gara di Matteo rimane, ha compiuto una corsa intelligente con l’aggressività giusta e sono molto contento, così come di Devis, che ha migliorato molto e solamente una penalità gli ha tolto i meritati punti. In gara 2 abbiamo voluto azzardare la scelta in accordo con lui ma non ha pagato, mentre Matteo è scivolato, cose che capitano sul bagnato, ma sono contento che non abbia mollato e sia arrivato al traguardo in tredicesima posizione. Ora, non vediamo l’ora di tornare al Mondiale SBK con la wild card ad Imola”

Matteo Berté: “E’ stato un weekend bellissimo, siamo stati competitivi tutti i giorni nonostante l’infortunio e nonostante non sapessi fino a pochi giorni prima le condizioni del mio dito e se ci sarebbe stata la possibilità di scendere in pista. Ho conquistato la mia prima pole in Supersport 300 e la prima pole del team ed è stato un momento speciale, con anche il primo podio, mentre la domenica sono caduto, ma anche qui stavo lottando per la vittoria. Ora, non vedo l’ora di andare ad Imola per il mio esordio al Mondiale SBK”

Devis Bergamini: “Nel complesso è stato un buon weekend, le qualifiche non le ho gestite al meglio e non sono riuscito a fare il miglior giro possibile, ma il potenziale c’era ed in gara ho completato una bella rimonta, migliorando giro dopo giro di oltre un secondo e mezzo, ed ho concluso in undicesima posizione, anche se poi una penalità mi ha retrocesso in diciassettesima. In gara 2 abbiamo sbagliato a scegliere le gomme, abbiamo provato un azzardo ma non è andato a buon fine. Esperienza per la prossima volta, ma sono contento dei progressi e non vedo l’ora di andare ad Imola per il prossimo round”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *