Quarto round del Campionato Italiano Velocità nella classe Supersport 300 che ha visto impegnato il ProGP Racing, che con Matteo Bertè e Devis Bergamini, al rientro dall’infortunio che l’ha costretto a saltare il terzo round di Imola, si è presentato nella gara di casa con l’obiettivo di ben figurare in sella alle Yamaha R3 preparate dal team romagnolo.

Un weekend, quello del Misano World Circuit, pesantemente condizionato dal meteo, con la pioggia che inaspettatamente ha fatto capolino già dal sabato, rovinando quella che è stata gara 1, dopo una qualifica che aveva visto Matteo Bertè conquistare la sesta posizione in griglia, mentre Devis Bergamini, non ancora a suo agio sul giro secco nella Supersport 300, scattare dalla 20esima casella.

Matteo, sul bagnato, ha preferito prendere le cose con calma, cercando di non commettere errori negli attimi iniziali della corsa, sapendo del fatto che le gare sull’acqua sono molto lunghe e per questo motivo non serve esagerare nei primi passaggi, così come Bergamini, che ha preferito prendere con calma i primi 3 giri della corsa. Purtroppo, però, l’intensità della pioggia è aumentata, costringendo la direzione gara ad interrompere la corsa, poi conclusa definitivamente, assegnando metà punteggio sulla classifica del terzo giro, che vedeva Bertè in nona posizione e Bergamini purtroppo fuori dalla zona punti.

In gara 2, l’asfalto asciutto, nonostante le piogge della mattinata, ha permesso ai piloti di gareggiare nelle condizioni migliori possibili ed in una gara di gruppo per tutti i piloti fino agli ultimissimi passaggi, Bertè ha faticato a trovare le primissime posizioni, rimanendo intruppato a metà gruppo dei migliori, chiudendo in ottava posizione una gara che comunque ha confermato la competitività della Yamaha R3 del ProGP Racing e del pilota trentino.

Discorso diverso per Devis Bergamini, che scattato dalla ventesima casella si è prodigato in una splendida rimonta, fino ad entrare in top 10, con un tempo ottimo, al pari dei migliori, di gran lunga inferiore a quello fatto segnare in qualifica, a dimostrazione del progresso del giovane pilota romagnolo che in gara ha dato il meglio di se per chiudere in decima posizione e conquistare i primi punti stagionali, oltre a tanto morale in vista della prossima gara al Mugello.

Un weekend comunque positivo per la compagine di Omar Menghi, che nonostante non abbia raccolto i migliori frutti possibili, ha dato dimostrazione di essere sempre al top con entrambi i piloti, rimanendo ancora in lotta per il campionato, con 28 punti da recuperare al leader quando mancano 4 gare e quindi 100 punti a disposizione. Un’impresa non impossibile, da provare ad attuare già dal Mugello al termine della pausa estiva.

Omar Menghi: “Il nostro weekend dal mio punto di vista è positivo, siamo sempre stati competitivi in tutti i turni con Matteo e siamo cresciuti fino a completare una splendida gara 2 con Devis, al rientro dall’infortunio dopo 3 mesi senza guidare una moto. Sono contento del lavoro che abbiamo svolto, non siamo riusciti a salire sul podio ma ce la siamo giocata sempre nel gruppo di testa nonostante due gare di non facile gestione, sia tecnica, con il meteo che cambiava spesso, che mentale, per cui non posso che essere soddisfatto di tutto questo. Ora ricarichiamo le batterie nella pausa estiva, in vista del prossimo round al Mugello. Siamo ancora in lotta per il campionato e puntiamo a giocarcelo fino all’ultimo con Matteo, mentre con Devis, al quale faccio i complimenti per la crescita in gara 2, vogliamo ripartire da qui e attestarci nel gruppo di testa già dal primo turno del Mugello, perchè ha il potenziale per poterci stare. Ringrazio gli sponsor e le persone che ci supportano, ci vediamo al Mugello tra poco meno di due mesi!”

FOTO: LUCA GORINI
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *